Lesioni Tendinee

Molto frequenti, le lesioni tendinee sono frutto di accidenti con taglienti o per schiacciamenti ed avulsioni. Dopo una ferita l’impossibilità ad effettuare un movimento deve sempre consigliare una visita specialistica. L’esame specialistico è spesso sufficiente ad orientare la diagnosi che nel dubbio si arricchisce di esami strumentali quali ecografia e RMN. Quasi tutte le lesioni di tendine sono da trattare chirurgicamente. Tale chirurgia viene in genere, in particolare per i tendini flessori assistita da una anestesia plessica . A seconda del tendine interessato si effettuano incisioni che prolungano la ferita originaria perchè il tendine, che ha una componente elastica ed è unito al ventre muscolare, tende a risalire verso la parte prossimale (vicino alla radice) dell’arto. Le tecniche di sutura sono varie. Tutte tendono alla ripresa più precoce possibile dei movimenti, sfruttando anche splint specifici sin dai primi giorni dal trattamento al fine di limitare le aderenze cicatriziali che sono i veri nemici del successo.

Attualmente si dispone anche di particolari gel che diminuiscono ulteriormente tali evenienze.

Le complicanze temibili sono appunto le aderenze che invalidano il movimento del tendine e che qualora precocemente individuate debbono essere trattate con strumenti fisioterapici (ultrasuoni ed onde d’urto) altrimenti con chirurgia (tenolisi) con impiego di gel di ac.  jaluronico.

In definitiva nella riparazione di un tendine bisogna adottare un programma riabilitativo molto delicato: un equilibrio tra i tempi d’immobilizzazione e di mobilizzazione per cercare di limitare il più possibile da un lato il rischio di rottura del tendine prima che sia ben cicatrizzato e dall’altra la formazione di aderenze.

Il tipo di trattamento, le tecniche di sutura, lo specifico allestimento di splint dinamici, la terapia rieducativa rappresentano un programma complesso che deve avvalersi solo di chirurghi dedicati.

La ripresa funzionale può richiedere vari mesi e non sempre è possibile ottenere una funzione completa.